Concert 24/05/17 the T MAS @ 19h30

≈≈≈≈ ENG ≈≈≈≈≈ 

It’s with great pleasure that I announce that from April the 12th I’ll be playing at The Mix Arts’Sense – “T-mas” every second wednesday of the month. I strongly invite you all to visit and try this venue and expecially talk with the two owners, you will be surprised and if you are an artist or somebody that love art, even more. Come one come all and have a good day!

Ceci n’est pas un trio” is the name of the energic trio of Angelo Gregorio that re-propose their own version of the great Swing and Jazzy melodies from the ’30 till the ’60. Characterized by a fresh and tasteful piano accompaniment by Julien Gillain plus the driving energy of Lucas Vanderputtenand on drums and the warm sound of Angelo’s tenor saxophone. This band will lead the public to a great musical experience with no possibilities to not move your feet.

WHEN: 24/05/17 at 19h30

WHERE: Place de la Vieille halle aux Blés, 28, 1000Bruxelles

 
 
◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊
Who is Angelo Gregorio?
Born in Italy, Salerno, he arrives in Brussels in the 2009 with a diploma in classical saxophone. In the capital of Europe he took, at the Royal Conservatoire of Brussels, the Baccalaureate and the Master in Jazz Saxophone. He is an active artist in the Brussels jazz scene with several projects of different aims. In his concerts beside the attention to the musical aspect he takes care of the entertainment and educational aspect, helping the public to understand that music, in this case Jazz, is in a permanent and creative connection with all the other arts and draws, interprets and reworks events, values and traditions. Angelo Gregorio is also the arranger and conductor of the Italian Big Band of Brussels plus he is the art director of several venues in Brussels. More infos http://www.angelogregorio.com
◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊
 
Homage to Mondrian & Jazz
In line with the Dutch artistic movement “De Stijl” Mondrian reject the past and develop a new artistic grammar: primary color, straight line, squares, rectangles, open and close. For him things were an ensemble of tensions between opposites, in his painting he tried to represent this by using the tension between open and close, centered ad not centered, small and big. With the rise of Nazism he take refuge in the New York were he starts to replace the black grid with predominantly yellow lines that intersect at points marked by squares of blue and red. These atomized bands of stuttering chromatic pulses, interrupted by light gray, create paths across the canvas suggesting the city’s grid, the movement of traffic, and blinking electric lights, as well as the rhythms of jazz.
 
≈≈≈≈ FR ≈≈≈≈≈
 
Ceci n’est pas un trio” est une formation de Angelo Gregorio qui propose leurs versions de mélodies Swing et Jazzy des année ’30 aux année ’60 . Cette musique, à la fois festive et émouvante, est proposée au public dans une façon très amicale et entraînante car les musiciens interpellent le public en l’invitant à chanter, danser et tenir le rythme pendant tout le concert.
OU: 24/05/17 at 19h30
QUAND: Place de la Vieille halle aux Blés, 28, 1000Bruxelles
 
Saxophone/voix : Angelo Gregorio
Piano/orgue: Julien Gillain
Batterie : Lucas Vanderputten.
 
 
≈≈≈≈ ITA ≈≈≈≈≈

E’ un vero piacere annunciarvi che a partire dal 12 Aprile suonerò ogni secondo mercoledì con “Ceci n’est pas un trio” al The Mix Arts’Sense – “T-mas”, nuova location artistico/culturale. Vi invito caldamente a visitare, seguire questo locale e sopratutto parlare con le proprietarie. Ne resterete affascinati e se siete artisti o semplicemente sensibili all’arte ancor di più! Vi aspetto numerosi, grazie come sempre e buona giornata!

“Ceci n’est pas un trio” è una formazione di Angelo Gregorio. Questa formazione, ormai attiva da 4 anni, vi propone la loro personale reinterpretazione delle melodie Swing e Jazz più belle degli anni ’30 fino agli anni ’60. Questa musica di carattere festivo e coinvolgente è proposta al pubblico in una formula conviviale e intrattenitrice dove i musicisti interagiscono direttamente con il pubblico invitandoli a cantare, pabbalere e a tenere il tempo.

QUANDO: 24/05/17 at 19h30

DOVE: Place de la Vieille halle aux Blés, 28, 1000Bruxelles

Saxophone/Voce : Angelo Gregorio

Piano/Voce: Julien Gillain
Batteria : Lucas Vanderputten.
 
 
◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊
Chi è Angelo Gregorio?
Nasce in Italia, a Salerno, ed arriva a Bruxelles nel 2009 con un diploma in sassofono classico. Nella capitale d’Europa decide di iscriversi al conservatorio reale di Bruxelles dove completa il Baccalaureato ed il Master in sassofono Jazz. Artista molto attivo nella scena jazzistica brussellese, affianca alla pratica di strumentista anche quella di intrattenitore con un attenzione molto particolare verso i concerti “interattivi ed istruttivi”. Concerti dove oltre alla cura musicale vi è un desiderio di mostrare al pubblico interessato che la musica, in questo caso il Jazz, è in connessione perenne con le altre arti, e che attinge, interpreta e rielabora avvenimenti, valori, tradizioni antiche e attuali. Angelo Gregorio è anche il direttore ed arrangiatore dell’Orchestra Italiana Bruxelles nonché organizzatore e direttore artistico di eventi in vari locali della capitale europea. Più dettagli su http://www.angelogregorio.com
◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊◊
≈≈≈≈≈≈≈≈≈
 
Omaggio a Mondrian e al Jazz. 
In linea con il movimento Olandese “De stijl“ Mondrian rifiuta il passato e sviluppa una nuova grammatica pittorica: colori primari, linee dritte o ortogonali, quadrati, rettangoli, aperture e chiusure. Per Mondrian le cose sono un insieme di tensioni tra opposti ed è così che nella sua pittura prova a rappresentarle usando la tensione tra aperto e chiuso, centrato e non centrato, piccolo e grande. Con l’ascesa del nazismo si rifugia New York dove incomincia a sostituire le linee nere con linee gialle tratteggiate che formano quadrati blu e rossi. Questo cromatismo pulsante e saltellante crea sulla tela dei percorsi che fanno pensare alle luci della grande mela, al traffico delle autovetture, al luccichio intermittente delle luci elettriche di Time Square, non che al ritmo del jazz.